E' VERO CHE LE DONNE SONO PIU' GENEROSE?
Lo dicono i sondaggi: sono più numerose, più stabili e fedeli ai progetti. Gli uomini si mobilitano in caso di emergenza

Di Silvia Criara

Italiani popolo di santi, poeti, navigatori e donatori (maschi) molto emotivi. Quando si tratta di aiutare economicamente gli altri, la penisola si spacca in due. Gli uomini si mobilitano solo durante le emergenze, mentre lo zoccolo duro della generosità lo fanno le donne. Più numerose, più stabili e fedeli ai progetti. È quanto emerge dal sondaggio Italiani Solidali 2017 di Doxa, che ha messo in luce il popolo dei donatori sopra i 14 anni e il loro comportamento, intervistando a domicilio un campione di 1051 persone in 102 comuni italiani. 15 milioni sostengono le associazioni no profit e 6,3 milioni fanno donazioni informali, ovvero l’elemosina, l’offerta occasionale, la beneficienza a scuola. Le donne danno di più in entrambi i casi, con un rapporto di 6 a 4 rispetto agli uomini, il 36% contro il 22% del 2017.
«È la fotografia di un’Italia che si impegna. Un altro Paese che va comunicato, non quello della rabbia e del sospetto, ma quello che di fronte alla fatica di una crisi lunga e profonda non si è rinserrato in casa. L’associazione Vita ha stimato le donazioni annue in quasi 5 miliardi di euro, una cifra inaspettata» dice Edoardo Patriarca, presidente dell’Istituto italiano della donazione, che promuove la cultura della solidarietà, certifica le organizzazioni non profit virtuose e ha istituito il Giorno del Dono, «non c’è futuro per le società chiuse, lo dice la storia». Secondo Noi Doniamo, il sondaggio annuale dell’Istituto, svolto con modalità telematica insieme alla società di ricerca Gfk, i donatori sono 9,7 milioni di persone, anche in questo caso il numero di donne è maggiore.

Continua a leggere: Come essere generosi e fare beneficenza in silenzio - Marie Claire