STALKING: 1613 TELEFONATE DALLA EX DEL FIDANZATO

Lei, lui e l’avvenente ex di lui (furente per essere diventata ex). Il più classico dei triangoli approda anche in Tribunale dopo che l’attuale compagna ha coperto di querele la ex, ora imputata per atti persecutori. Se si tratta di stalking sarà il giudice a stabilirlo. Di certo secondo la parte lesa (cioè l’attuale compagna del giovane conteso dalle due donne) la rivale avrebbe utilizzato tutte le armi classiche dello stalker: dal diluvio di telefonate agli insulti e alle minacce di morte; dai pedinamenti in auto con tanto di manovre spericolate, alle minacce di diffondere video intimi.
Il processo che si è aperto in Tribunale davanti al giudice Giuseppe Serao è stato rinviato per consentire la riunione di due diversi fascicoli penali. La parte lesa, che in pochi mesi aveva presentato contro la presunta stalker ben 6 querele, si è costituita parte civile chiedendo 20 mila euro di risarcimento danni.
La vicenda ha avuto anche una fase amministrativa che aveva portato l’odierna imputata a ricevere l’ammonimento del Questore. Provvedimento che però non è bastato a contenere la turbolenza amorosa della ragazza, finita poi anche agli arresti domiciliari per stalking.

Continua a leggere: Stalking: 1.613 telefonate dalla ex del fidanzato | l'Adige.it