SCRIVERE UN DIARIO PER GUARDARSI DENTRO
Corso di scrittura autobiografica rivolto alle donne. A cura di Alina Rizzi

Il corso si rivolge a tutte quelle donne che desiderano vivere uno spazio di tempo settimanale in gruppo, lavorando sulle proprie sensazionie i propri sentimenti, attraverso la sperimentazione della scrittura autobiografica che, come un filo rosso, unisce i giorni, il passato al presente, creando un’indispensabile continuità nella storia personale. Alina Rizzi, scrittrice, giornalista, poeta, partirà dai diari femminili più famosi del ‘900, per poi passare all’elaborazione pratica di una scrittura autobiografica, capace di raccontare e rielaborare gli eventi più significativi della vita di ogni donna. La scrittura delle donne, che parte quasi sempre dal diario, offre la possibilità preziosa di tenersi in stretto contatto con gli stati d’animo più profondi che, nella corsa del quotidiano vivere, rischiano spesso di perdersi o venir brutalmente zittiti.

Percorso previsto:
n. 5 incontri settimanali di due ore ciascuno

Orario: dalle 20,30 alle 22,30
Inizio previsto: marzo, aprile, maggio

Costo complessivo del corso a persona: € 100,00 (con dispense) E’ possibile seguire il primo incontro al costo di € 20, e poi decidere seiscriversi ai successivi 4 incontri.

Luogo d’incontro: Castelmarte
Giorni disponibili: martedì, mercoledì o giovedì
Per iscrizioni e informazioni: tel. 031.3357008-339.4932927 - e.mail: alinarizzi@virgilio.it

ELENCO DETTAGLIATO DEI CINQUE INCONTRI

1° Incontro : VIRGINIA WOOLF diario di una scrittrice.
Lettura di alcuni brani dai testi di Virginia Woolf. L’utilità dell’autobiografia. Consigli pratici per iniziare a tenere un diario personale. Sperimentazione: le partecipanti preparano un elaborato per l’incontro successivo, da leggere e commentare insieme.

2° Incontro: KHATERINE MANSFIELD il diario in forma epistolare.
Si può tenere un diario immaginando di scrivere delle lettere ad unlettore ideale o reale.Lettura dall’epistolario della Mansfield al marito, e del suo diario.Sperimentazione: lettura e commenti degli elaborati delle partecipanti.

3° Incontro: CARLA LONZI la scrittura come autoterapia.
Letture dal diario di Carla Lonzi, usato per tutta la vita per “vedere le cose come stanno”. Il diario come presa di coscienza di se e dei propri dubbi. Il diario come autoterapia. Sperimentazione: la scrittura automatica e le sue capacità introspettive.

4° Incontro: ANAIS NIN vita e letteratura.
L’opera più importante della scrittrice Anais Nin è il suo monumentale Diario, pubblicato in vari volumi. Prederemo in esame soprattutto la parte che riguarda la sua storia conun altro famoso scrittore, Henry Miller, notando come la vita degli scrittori si mescola alla letteratura fino a confondersi. L’utilità di trascrivere anche i sogni notturni.Sperimentazione: consigli per trascrivere i propri sogni.

5° Incontro: SYLVIA PLATH diari di una poetessa.
Il diario della poetessa Sylvia Plath, benché ci sia giunto “epurato” dalla mano del marito, mostra quanto l’aspetto esteriore e pubblico di una personapoco corrisponda al suo aspetto interiore. La poesia autobiografica degli anni ’70.Consigli per elaborare un piano di scrittura della propria storia. Conclusioni e commenti.

Bibliografia consigliata:
- VIRGINIA WOOLF, “Diario di una scrittrice”- ed. Minimun Fax
- KHATERINE MANSFIELD: “Epistolario”- Il saggiatore
- CARLA LONZI: “Taci, anzi parla” – Ed. Scritti di Rivolta femminile.
- ANAIS NIN: “Henry and June”- Bompiani
- SYLVIA PLATH: “Diari” – Adelphi