Il Progetto “Cultura e Territorio in Europa“ alla Sapienza con l’Incontro dedicato alle donne
MI FACCIO EUROPA

L’Incontro "Mi faccio Europa", che si sviluppa nell'ambito del Progetto "CULTURA E TERRITORIO IN EUROPA: I PROTAGONISTI" ideato e curato da Anna Manna in collaborazione con il Centro A. Spinelli, si è svolto con successo il 4 dicembre 2018.

Durante l’incontro ha avuto luogo anche la Cerimonia di premiazione del Premio EUROPA E CULTURA 2018 con la presidenza di Giuria di Corrado Calabrò.
Anna Manna, ideatrice ed organizzatrice del Progetto ed Angelo Ariemma per il CDE, hanno organizzato dunque un interessante programma che ha sviluppato vari aspetti. L’impulso culturale di vasto respiro è stato dato proprio dall’intervento di Corrado Calabrò che, al di là degli intenti letterari, ha portato lo sguardo degli intervenuti ad un vasto respiro storico per abbracciare la tematica europea nel suo complesso.
Saluto del Presidente Giuria del Premio, molto attuale e di grande significato!
Premiate: LILIANA BIONDI, saggista e docente universitaria e ROSANNA LUPI, presidente del Premio Camajore dedicato a Francesco Belluomini. L’aquilana Liliana Biondi ha illuminato la sala con il suo solare e splendido intervento. La targa di Rosanna Lupi è stata ritirata da Fabia Baldi che ha delineato con grande garbo la figura della premiata e la sua avventura umana e letteraria.
Con l’intervento di Lorenzo Spurio e la presentazione del numero speciale della rivista Euterpe dedicato alle donne “Il coraggio delle donne“, si è aperta la Tavola Rotonda con le prestigiose relatrici: Fabia Baldi, Liliana Biondi, Jole Chessa Olivares, Neria De Giovanni, Daniela Fabrizi, Anna Manna, Antonella Pagano, Michela Zanarella.
Le relatrici, nomi di grande prestigio nel mondo della cultura, hanno illustrato i profili di donne importanti nella storia della cultura e del territorio europeo: Grazia Deledda, di cui la presidente
dell ’Associazione Internazionale dei Critici Letterari, Neria De Giovanni, ha fatto un ritratto di grande coinvolgimento letterario, la poetessa contemporanea Antonella Anedda analizzata da Daniela Fabrizi, le figure storiche di primo piano nella cultura internazionale Cristina di Svezia, descritta da un interessante profilo firmato Michela Zanarella, Maria Montessori raccontata con grande perizia ed analisi storica da Jole Chessa Olivares, Laudomia Bonanni evidenziata dalla premiata Liliana Biondi in un appassionato e preciso intervento.
A conclusione della serata si è deciso di organizzare un secondo incontro nel mese di gennaio. Infatti le relatrici che hanno impostato la loro relazione su aspetti piuttosto gestuali che solamente letterari, avranno una serata a parte, probabilmente in una sala più adatta a rappresentzzioni di stile teatrale.
Antonella Pagano ed Eugenia Serafini saranno dunque in scena a gennaio, nella serata che svilupperà anche un Duetto tra Michela Zanarella e Anna Manna, autrice di una breve opera teatrale su Cristina di Svezia. Ma il discorso avviato da Anna Manna non finirà con i due incontri, infatti le varie relazioni si comporranno in una pubblicazione a firma Anna Manna ed Angelo Ariemma del Centro di documentazione europea.

Hanno aderito fino ad oggi al progetto editoriale (in ordine cronologico di adesione): Neria De Giovanni, Antonella Pagano, Michela Zanarella, Fabia Baldi, Daniela Fabrizi, Jole Chessa Olivares, Lorenzo Spurio, Giuseppe Nasca, Gabriella Nardacci, Artemide Napolitano, Tiziana Marini, Anna Marras, Elisabetta Bagli, Liliana Biondi, Annamaria Giancarli, Fausta Genziana Le Piane.

Per aderire al progetto inviare la relazione in massimo tre cartelle su una donna della storia europea a questo indirizzo e-mail: anna.manna49@virgilio.it.
Il libro sarà pubblicato a primavera e presentato in varie città italiane.

Alessandro Clementi - Responsabile della comunicazione

Galleria fotografica dell'evento su http://www.annamanna.eu