DALLA CAMERA DEI DEPUTATI PRENDE L’AVVIO IL CONCORSO PER AMBASCIATORI DEI DIRITTI UMANI

a cura di Francesca Ricciuti
Un progetto ambizioso che punta sulle giovani generazioni quello del Concorso Ambasciatori dei Diritti Umani, nato nel 2008 su idea di Tiziana Gardini, Presidente Lidu Milano. L’iniziativa, che ha goduto di notevole successo già nelle passate edizioni, nasce dal sodalizio tra Società Umanitaria, LIDU, Lega Internazionale per i Diritti dell’Uomo, SIOI, Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale e FIABA, con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana UNESCO, con il nobile obiettivo di contribuire alla maturazione nei giovani di una sempre più profonda coscienza dell’importanza e dell’attualità dei diritti umani inalienabili dell’essere umano.
La LIDU si costituisce il 19 Settembre del 1968 a Milano come libera associazione senza fini di lucro, i cui obiettivi sono veicolare la conoscenza e la diffusione dei diritti dell’individuo nello Stato e nella comunità internazionale secondo lo spirito della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, ed attuare un’opera di sensibilizzazione dei giovani all’uso responsabile della libertà. L’8 Gennaio 1975, sotto la presidenza di Riccardo Bauer, la LIDU si unisce all’International League for the Rights of Man di New York e si dota di un nuovo statuto; il suo operato è in costante collaborazione con la Società Umanitaria con il fine di salvaguardare i diritti e la dignità umana.
Altro partner d’eccezione è FIABA, anch’essa un’associazione senza scopo di lucro, presente sul territorio nazionale con una rete di quasi 500 sottoscrittori di Protocollo di Intesa, che si propone di promuovere l’eliminazione di tutte le barriere fisiche, culturali e psicologiche per la diffusione della cultura delle pari opportunità a favore di un ambiente ad accessibilità e fruibilità secondo i principi di Design for all e Universal Design.
Il concorso Ambasciatori dei Diritti Umani, destinato agli studenti del quinto anno delle scuole secondarie di secondo grado di Milano, Napoli e Roma, prevede, oltre alla nomina di Ambasciatori dei Diritti Umani, l’assegnazione di nove premi consistenti in un viaggio, che quest’anno sarà a Parigi, per visitare le sedi delle istituzioni internazionali. Il primo classificato, inoltre, parteciperà ad un corso di formazione ed aggiornamento dal titolo “Insegnare i diritti umani”, organizzato dalla SIOI, e che si terrà presso il Palazzo dei Priori di Assisi.
Ogni anno gli studenti vengono invitati dalla Società Umanitaria ad una conferenza che verte su uno dei diritti umani e la cui partecipazione è requisito per partecipare al Concorso, che consiste nello svolgimento di un elaborato riguardante il tema della conferenza. La cerimonia di proclamazione dei vincitori si svolgerà il 27 Marzo presso la SIOI e prevederà la lettura pubblica dei compiti più significativi selezionati dalla Giuria. Il diritto su cui verte il concorso 2018/2019 è quello alla cultura, fondamentale per l’essere umano ed espressione stessa della sua dignità, fattore di integrazione sociale e di cittadinanza. Un diritto che è stato protagonista della storia del diritto internazionale, dalla Dichiarazione dei Diritti Umani, a quelle dell’Unesco, fino alla nostra Costituzione.

Continua a leggere: Concorso tra studenti per divenire “Giovani Ambasciatori dei Diritti Umani”