È sempre più facile -e frequente- incontrare per le strade ed i parchi delle città signori e signore accompagnati da uno o due cani di ogni tipo di razza. Oggi è di moda, ma, si sa, il cane è il migliore compagno dell’uomo, soprattutto di questi tempi in cui gli amici sono spesso… virtuali!
La copertina dell’ultimo libro di Alessandra Gaggioli -Due cuori e una zampa, Amarganta, 2018- la dice lunga: la coppia di protagonisti (Tommaso e Michela) è in secondo piano, sfumata, rispetto al cane -Max- che, in primo piano, vi guarda dritto negli occhi.
Come in tutte le storie d’amore che si rispettano, tutto comincia complice una notte illuminata dalla luna, ma una notte che odora in modo speciale. Insomma, magica.
Siamo in una piccola città addormentata tra i colli toscani in cui una ragazza, dopo essere stata in discoteca, rientra a casa. Una storia di oggi -che Alessandra Gaggioli è abilissima nel narrare ed intrecciare- ed una ragazza di oggi. Il lettore ha già avuto gustosi assaggi dello stile narrativo della Gaggioli, agile e moderno, in Il ragazzo alla pari, Darkside e Ritratto di un preziosissimo amore indecente. Alessandra propone figure positive di giovani: non sono assolutamente due ragazzi superficiali. Tommaso prova simpatia e curiosità per un altro essere umano. Finora non si era mai fatto domande su nessuno.
continua a leggere

Fausta Genziana Le Piane