RAGAZZA SUICIDA, DETECTIVE DEL WEB: COSI' RIPULISCO PROFILI VIOLATI
Ha fondato l'agenzia Reputation Manager: "Scoviamo i colpevoli ma dalla Rete non si cancella tutto"

di Andrea Massaro
Ancona, 16 settembre 2016 - Andrea Barchiesi, 45 anni, anconetano, è fondatore di Reputation Manager. Ha studiato e applicato al web un metodo ingegneristico per ‘ripulire’ le identità digitali, ridando dignità ad aziende, istituzioni e personaggi pubblici. Il caso della giovane napoletana che si è uccisa per vergogna dopo la diffusione del video hard che la vedeva protagonista, lo ha scosso «anche sé, a mio avviso la ragazza si sarebbe potuta salvare».

E come scusi?
«Se si fosse rivolta a un esperto digitale quando il video era ormai diffuso sul web, le cose sarebbero andate diversamente, ne sono convinto».

Perché, cosa avreste potuto fare?
«È giusto e logico rivolgersi a un avvocato per tutelarsi. Ma i tempi della giustizia non seguono il passo di Internet. Quello è un terremoto, travolge tutto e tutti a una velocità impressionante».

Quindi anche voi...
«Quando noi interveniamo il video è già in rete ed è stato diffuso e cliccato. Ma i nostri tempi di intervento sono molto rapidi. In poche ore possiamo individuare la sorgente, la fonte della diffusione». (16 settembre 2016)

Continua a leggere: Ragazza suicida, detective del web: così ripulisco ... - Quotidiano.net

Leggi anche:
- Ragazza suicida, 4 indagati per diffamazione. Funerali a Casalnuovo ...
- Suicida per video hard, la madre: morta per la cattiveria ... - Sky TG24